Esperienze di volontariato

I pappagalli

di Laura Barbieri

La prima esperienza

 

La mia prima esperienza di volontariato in Costa Rica, risale a tre anni fa ed è nata leggendo un post su Facebook. Nello stesso era pubblicizzato il progetto The Ara Project, volto alla preservazione e ripopolamento di queste splendide Ara Macao in pericolo di estinzione.
Sono amante degli animali e, al tempo, avrei voluto fare un viaggio diverso dal solito, così presi i famosi due piccioni con una fava. Atterrai a San Jose, capitale della Costa Rica, una nuova splendida terra e un volontariato mi aspettavano.  Chi poteva sapere che in questo nuovo paese avrei scoperto molti animali che non conoscevo? Fu molto facile, era sufficiente uscire da casa!

 

 

Libertà

 

Avevo già visitato alcuni Paesi dell’America Centrale ma nessuno di essi era comparabile alla Costa Rica. Qui gli animali, la natura, la tranquillità regnano sovrani. Rimasi in Costa Rica solo tre settimane, durante le quali passai dieci giorni al Centro Ara, visitando e lavorando al luogo nel quale gli animali erano rilasciati.
La vita al campo si svolgeva tranquilla: sveglia all’alba insieme alla foresta. Ascoltavo i primi cinguettii, le prime urla dei Congos, i rumori di foglie calpestate da daini e altri animali.
Le mansioni a me affidate erano di pulire le voliere e preparare il cibo raccogliendo semi e frutti selvatici.
Islita, così si chiama il luogo di rilascio, è situata in prossimità del mare, a quindici minuti di camminata dalla spiaggia. L’emozione che mi prese al rilascio dei pappagalli, si trasformò in gioia pura vedendoli volare per la prima volta. Liberi! Non più rinchiusi. Come sempre dovrebbe essere.

 

 

Il volontariato

 

Scoprii che il volontariato era una cosa piacevole, l’unica nota negativa è che il 90% dei progetti di volontariato richiedono somme, a volte esose, relative all’alloggio e il sostentamento dei volontari. Sono d’accordo sul fatto di contribuire in qualche modo per l’alloggio, che so? Una cifra simbolica. Andare oltre mi sembra eccesivo e non corretto. Diffidate di chi vi chiede cifre assurde.

 

La seconda esperienza

 

La mia seconda esperienza da volontario in Costa Rica è dovuta al caso. Mi ero ripromessa di trovare un centro che si occupasse di un’Amazzone (specie di pappagallo) da venti anni tenuta in stato di cattività. La poverina era di proprietà di una signora molto anziana, una vicina di casa a Tamarindo che non era più in grado di accudirla. Ricordo a tutti che la legge costaricense vieta la detenzione della fauna autoctona.
Non fu facile trovare un Centro disposto a ospitarla, perché molti danno ricovero solo ai piccoli. Non mi scoraggiai e alla fine trovai chi mi indicò il Santuario de Lapas Natuwa situato a Aranjuez. Mi sono fatta carico dei cento dollari richiesti dal taxista e la portai con me al Centro di Recupero.

 

 

Il santuario

 

Il Santuario ospita specie autoctone di pappagalli, cercando di recuperarli per poterli poi reimmettere in natura quando possibile. Nel caso non fosse possibile rilasciarli, per infermità, gli animali sono affettuosamente adottati e accuditi dal Santuario per il resto della loro vita.
Nel Santuario gli animali hanno di ampie voliere, con un recinto per il volo di duecento metri. Aviari divisi in zone per i volatili secondo lo stato e l’età degli stessi. I pappagalli ricevono cure giornaliere di personale specializzato oltre all’apporto dei volontari.
Oltre ai pappagalli, qui sono curati altri animali quali tapiri, giaguari, ocelot, scimmie, tartarughe e daini.

 

 

Io propagando

 

I dieci giorni dell’esperienza dell’anno precedente furono ben poca cosa rispetto al mese e mezzo che passai qui. Il Centro e la sua missione mi affascinarono al tal punto che rientrata in Italia lo sponsorizzai più che potetti. Ancora oggi continuo, tutti devono sapere. E’ un posto magico, i proprietari sono Ticos, fatto questo che è una rarità nel mondo del volontariato costaricense. Loro, i proprietari Ticos, sono stati molto gentili e affabili con me e in genere con tutti i volontari presenti. Un esempio per tutti!

 

Grazie per la tua lettura e il tuo sostegno. Lascia un piccolo commento in calce a quest’articolo, è importante per me.

Se vorrai saperne di più sulla Costa Rica, iscriviti al mio gruppo Facebook Costa Rica un viaggio da sogno. Pura vida!

 

 

2 COMMENTS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TRAVELVIAGGIO

  •   Travelviaggio - Punta Cocles - Entrada Caracola - 06604 Puerto Viejo de Talamanca - Limon - Costa Rica

  •    Mobile: +506 5710 0240

  •    Mail: travelviaggio@travelviaggio.net

GALLERY

CONTACT US



© Copyright 2014 by Travelviaggio.net