I San Gerardo, bellezze nascoste

La montagna della Costa Rica

di Gabriele Rivolta

 

San Gerardo de Dota e San Gerardo de Rivas sono nascosti tra le montagne di Talamanca e il massiccio di Tinamaste.  Sono situati in una zona chiamata Los Santos (I santi), a causa dei molti villaggi che portano nomi di santi.

 

Dove

Distanti solo 90 km da San Jose, San Gerardo de Dota e San Gerardo de Rivas sono situati vicini ma su lati opposti della Strada Panamericana. Si trovano nel centro sud della Cordigliera di Talamanca vicino alla più grossa cittadina di San Isidro. Sono entrambe comunità molto piccole predisposte per l’esplorazione delle montagne, della foresta pluviale e dei fiumi che le circondano.

Entrambi sono borghi tranquilli, circondati da un paesaggio agreste sulle rive del fiume Savegre, uno dei fiumi più puliti della Costa Rica e in America Latina.

La posizione geografica, a un’altezza di 1600 metri, favorisce la coltivazione del caffè, forse uno dei migliori al mondo.

Tutta la zona ha un grande potenziale turistico. Attualmente ci sono progetti in via di sviluppo che riguardano la protezione del suo ecosistema. La maggior parte dei progetti è sviluppata dalla comunità stessa.

 

Montagne

Le montagne intorno sono impressionanti. A San Gerardo de Rivas, un sentiero conduce al Chirripò National Park e sopra San Gerardo de Dota passa la Strada Panamericana.

Uno degli habitat di alta quota più sorprendente e suggestiva sono le querce (Roble) giganti. E’ abbastanza strano la prima volta, per qualcuno che proveniente dal Nord America o dall’Europa, iniziare un’escursione nella foresta pluviale tropicale trovando alla fine foglie di quercia e ghiande sparse per terra. Senza questi indizi, non si potrebbe mai riconoscere le querce, perché le loro chiome sono affollate di epifite, muschi e licheni.

 

Parque Nacional Los Quetzales

San Gerardo de Dota è la porta di accesso per il Parco Nazionale Los Quetzales. Creato nel 2005 il parco copre 5.000 ettari di foresta pluviale lungo il corso superiore del Río Savegre. Il parco confina con la Panamericana tra il chilometro settanta e il chilometro ottanta. L’ingresso principale si trova di fronte al Restaurante Los Chesperitos, al chilometro 76,5. Per ora ha tre percorsi. L’area riservata al birdwatching apre alle 6 del mattino previo appuntamento. La guida può essere prenotata con un preavviso di ventiquattro ore. Il bus di San José-San Isidro (ogni ora da Calle Central, Av. 22) vi porterà all’ingresso.

Rio Savegre

La Valle del Río Savegre è un centro per la coltivazione delle mele e delle pesche. Qui si possono osservare quetzal splendenti, soprattutto durante la stagione della nidificazione. Il Savegre Mountain Hotel ospita il Quetzal Education Research, un ente religioso gestito in collaborazione con l’Università Nazareno Sud di Oklahoma. Da qui dipartono sentieri e vengono organizzate escursioni in jeep nella foresta pluviale.

Birdwatching

Il parco nazionale adiacente alla valle del fiume Savegre, prende il nome dal suo abitante più famoso: il quetzal splendente. Nella zona potrete osservare una delle più grandi popolazioni di quetzal in America Centrale. Oltre alla straordinaria e lunga coda verde metallica di un quetzal, l’alta montagna ospita colibrì e centinaia di altre specie.

 

Chacon Monge Family Estate

A San Gerardo de Dota, questa famiglia di promotori per la diversificazione dei prodotti e il ripristino dell’identità culturale rurale della Costa Rica, offre agli interessati l’opportunità di:

  • Conoscere la storia e l’importanza dell’agricoltura per il popolo latino-americano.
  • Interagire con la coltivazione nella zona e il lavoro svolto nei campi.
  • Vivere l’esperienza di partecipare nel lavoro rurale.
  • Apprezzare lo stile di vita rurale e delle sue tradizioni.
  • Degustare prodotti tipici.

E’ un’occasione per conoscere l’agricoltura, le sue connessioni e importanza. Esse interagiscono con il mondo agricolo e zootecnico nella produzione di pesca, mela locale, prugna, zucca malabar, avocado, papaia di montagna, pomodoro, naranjilla, fico, trote e vacche da latte. Si tratta di attività che legano il turismo sostenibile al turismo rurale.

I visitatori conosceranno la Costa Rica di trentacinque anni fa.

 

 

Top ten

Entrambi i San Gerardo sono da inserire, a mio giudizio, nella top ten dei luoghi da vedere in Costa Rica. Sono luoghi incredibili, sebbene non siamo popolari tra i turisti e forse è meglio così. State pur certi che qui non troverete folle.

Luxury Resorts

L’ospitalità offre un paio di eco-lodge con più di venti camere, ma per la maggior parte gli hotel sono piccoli, accoglienti e un po’ rustici. Se desiderate che la vostra esperienza nella foresta pluviale includa una piscina coperta riscaldata e cucina internazionale, allora Monteverde è una scelta migliore rispetto alla Talamanca. Non ci sono molti ristoranti ma hanno i migliori frullati di frutta di tutta la Costa Rica.

 


Grazie per la tua lettura e il tuo sostegno. Lascia un piccolo commento in calce a quest’articolo, è importante per me.

Se vorrai saperne di più sulla Costa Rica, iscriviti al mio gruppo Facebook Costa Rica un viaggio da sogno. Pura vida!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TRAVELVIAGGIO

  •   Travelviaggio - Punta Cocles - Entrada Caracola - 06604 Puerto Viejo de Talamanca - Limon - Costa Rica

  •    Mobile: +506 5710 0240

  •    Mail: travelviaggio@travelviaggio.net

GALLERY

CONTACT US



© Copyright 2014 by Travelviaggio.net