Blog

Costa Rica diversa, vita e natura

Attraversate il confine con il Nicaragua e noterete come, ancora una volta, improvvisamente l’accento spagnolo è totalmente differente.
Hola! E’ la vostra opinione attraversando il Messico. Qui tutti i giorni sono festa e ogni città ha un tempio Maya.
Il Guatemala permette di conoscere le comunità indigene e ammirare capolavori dell’artigianato.
Andate in qualunque altro paese dell’America Centrale e troverete prezzi a meno della metà rispetto alla Costa Rica.
E’ facile capire perché molti viaggiatori la saltino completamente.
Perché qualcuno dovrebbe visitare il paese più caro del Centro America?
Solo perché, tra tutti, è il paese più sorprendente…

Dominical, escursioni, surf e cascate

di Gabriele Rivolta
 
Dominical Costa Rica, un tranquillo villaggio di pescatori, è oggi una comunità di surfisti situato sulla Costa centrale del Pacifico. Si trova a circa cinquanta chilometri a sud di Quepos. Dominical è conosciuto per le sue onde, che attirano i surfisti da tutto il mondo. Ma c’è molto di più in questa meravigliosa cittadina e lungo la linea costiera chiamata Costa Ballena. Ciò che amo di più di questa regione della Costa Rica è la combinazione di montagne e oceano, giungla e spiagge. Le colline circostanti sono un parco giochi per gli appassionati di fauna selvatica e di emozioni ecologiche.
 
Scommettiamo?
 
A Dominical ci sono talmente tante attività e luoghi da vedere che potrei organizzarvi una settimana senza che mettiate il piede in spiaggia. E forse vi farei anche del bene, perché il nuoto a Dominical può essere pericoloso a causa delle correnti. Se comunque entrerete in acqua, applicate cautela e buon senso e non fatelo mai da soli. Se proprio volete fare snorkeling andate, con una gita di un giorno all’incantevole Isla del Caño. Quest’isola è un emozionante punto d’immersione con un’incredibile vita marina. Il solo tragitto vale il costo del biglietto: ammirerete branchi di delfini saltare allegramente a poppa.
 

Isla Tortuga Costa Rica

di Gabriele Rivolta
 
Isla Tortuga Costa Rica
 
La Isla Tortuga in provincia di Puntarenas è una delle mete top in Costa Rica. Situata a solo un’ora e mezza di barca dal porto di Puntarenas, la Isla Tortuga è ideale per gite ed escursioni in famiglia o per gruppi di piccole dimensioni. L’isola tartaruga, traduzione letterale dallo spagnolo, è la tipica isola tropicale con spiaggia di sabbia bianca, palme frondose e ombreggianti e fondali da sogno per fare snorkeling in acque cristalline. L’isola offre di più, vi sono, infatti, un paio di piccoli villaggi indigeni. La Isla Tortuga è un’isola privata ed è una riserva naturale. Potete essere sicuri, quando la visiterete che niente e nessuno interromperà il vostro relax al sole. Troverete una grande varietà di fauna selvatica tra cui pecari, are scarlatte, iguane e granchi sulla spiaggia. Per non dire dei pesciolini coloratissimi che nuotano davanti alla spiaggia dalle acque calme.
 

 

La spiaggia di Playa Avellanas

di Gabriele Rivolta
 
Quando per un periodo ho vissuto a Playa Grande, a nord di Tamarindo nella regione di Guanacaste in Costa Rica, ho girato lungo la costa per vedere alcune zone e spiagge meno conosciute. Uno dei miei luoghi preferiti è Playa Avellanas. La cittadina di Playa Avellanas è composta principalmente da alberghi, alcuni ristoranti e ville. E’ un posto meraviglioso per allontanarsi dalla città e dal caos per trovare pace e relax. Un ambiente splendido dove non manca mai lo spettacolo di splendidi tramonti.
Non solo Playa Avellanas Costa Rica è una bella insenatura ma c’è anche un grande bar sulla spiaggia con un maiale quale avventore residente! A ben pensarci è il luogo perfetto ove rilassarsi tutto il giorno con un’Imperial ghiacciata a portata di mano.
 

 
Come arrivarci

Commercio equo e solidale biologico del cacao, banane. APPTA Bribri e United Fruits

di Gabriele Rivolta
 
Quando gli indigeni Bribri della Costa Rica si stancarono di essere vessati.
 
Un’associazione di 950 piccoli produttori in Costa Rica esporta cacao biologico, osservando i principi del commercio equo e solidale. Questa sarebbe già una buona notizia ma ciò che la rende incredibile è che fanno tutto senza intermediari.
Il sole essicca la maggior parte dei semi di cacao in modo naturale cosa possibile solo nella stagione secca. Durante la stagione delle piogge che inizia intorno a maggio, bisogna ricorrere a degli essiccatoi e mantenere il tasso di produzione.
 
Bebe

Una settimana giorno per giorno con Gabriele e Orietta

 
di Cinzia Cerasi
L’articolo che Cinzia ci propone, va letto con il giusto accento per capire alcuni modi di dire. Immaginate e pronunciate le parole come se foste bolognesi, gusterete di più il racconto.
22 maggio
La Costa Rica non era la destinazione del viaggio. Son partita il 24 dicembre con un’amica per ritornare il 5 gennaio, però un’offerta di lavoro andata male, mi fa decidere di prolungare il viaggio. Aspetterà altri amici che arriveranno in Nicaragua più avanti.
E’ la prima volta che mi ritrovo ad avere TEMPO e occasione di prolungare le vacanze e, perché no, di visitare la vicina Costa Rica. Penso: quasi quasi contatto Gabriele e Orietta che là vivono e che con loro mi sono relazionata in occasione di un altro viaggio, naturalmente…
Poiché sono da sola in questo periodo di attesa e poiché un viaggio è anche condivisione, decido di fare due settimane come volontaria. Poi per una settimana vado a salutare Gabriele e Orietta, per quella che seguirà ho contattato una famiglia tedesca nel Guanacaste e vado come ‘ragazza alla pari.’  J. Beh ragazza l’ho aggiunta io
Il o la?

Torna su